L’insostenibile peso del tetto.

Premessa:

La ricerca evolutiva del mercato Automotive passa dallo sviluppo dell’ibrido e dell’elettrico in questa fase storica di lotta al cambiamento climatico.

Vogliamo tenere aperta una finestra informativa su questa evoluzione come se scrivessimo un diario darwiniano.

Accendere uno spot sulle sfide che il progresso intende affrontare e vincere per permettere all’umanità di continuare a spostarsi facilmente sul pianeta ma in modo sempre più etico e sostenibile, vuol dire informare anche gli operatori del settore che sempre più dialogheranno con clienti molto sensibili a questi problemi e che vorranno trovarsi dalla parte “Green” nella loro decisione di acquisto.

Eautomotive non è paladina di una scelta come l’elettrico o è a sfavore del diesel.

Annotiamo solo le fasi cruciali della ricerca e dell’evoluzione della “specie”. Ogni mese, selezioneremo studi, sperimentazioni e novità dal mondo Automotive per condividerle con “gli addetti ai lavori”, in modo che ci si possa influenzare o contaminare (mai parola fu più ab-usata in questo tempo) e magari stimolare riflessioni, dibattiti e considerazioni anche di carattere socio-economico, dal momento che Eautomotive vuole entrare nelle dinamiche commerciali del concessionario. Oggi partiremo dall’estratto di uno studio sulla riduzione del peso delle auto ed in particolare, da come dovrebbe essere composto la capote ideale delle prossime auto.

Buona lettura.

La riduzione del peso dell’auto passa dal tetto.

La riduzione della massa del veicolo o il “peso leggero” sono stati ritenuti molto importanti dalle case automobilistiche a causa di numerosi vantaggi, tra cui le prestazioni e risparmio di carburante.

L’arrivo della tecnologia automatizzata, connessa, elettrificata e condivisa (ACES) renderà il peso più importante nel futuro a causa del peso aggiunto e  nei veicoli elettrici a batteria (BEV) e dell’ansia da autonomia di questi veicoli.
Il gruppo CALM ha studiato la struttura del tetto del veicolo per uno studio di co-sviluppo di alleggerimento perché offre un’opportunità per l’applicazione di materiali misti. Il veicolo di base per questa ricerca è la Honda Accord del 2011 che ha una struttura del tetto in acciaio dolce. Lo spazio del design contiene dodici parti tra cui il pannello del tetto, gli archi del tetto, le barre del tetto e le testate.

Opportunità.

Le idee di leggerezza presentate da vari membri della CALM sono state testate su vari parametri qualitativi e quantitativi come preparazione manifatturiera, unione di fattibilità, riparabilità, capacità di simulazione al computer, ecc. Il team del progetto ha selezionato quattro concetti filtrando attraverso varie combinazioni di idee di alleggerimento. Tutti e quattro i concetti sono stati studiati con metodi di ingegneria assistita da computer tra cui analisi degli elementi finiti. Le prestazioni dei prototipi leggeri sono state confrontate tra di loro.

Importanti aggiornamenti in questa versione

1. Nuovo concetto intensivo di alluminio.
2. Linea di base aggiornata per includere le connessioni della testata anteriore e posteriore alle barre del tetto. (Vedi nota)
3. Il calcolo della percentuale di riduzione della massa viene aggiornato secondo la nuova baseline per tutti i concetti.
4. Rigidità torsionale corretta per tutti i concetti.
5. Le prestazioni di tutti i concetti rientrano ora nel livello di confidenza del 95% delle prestazioni di base.

Misure adottate per correggere le prestazioni di rigidità torsionale

1. Aumento dello spessore dell’arco composito (2,5 mm da 2,0 mm in precedenza)
2. Adesivi aggiuntivi
3. Scheda dati di migliore qualità per CFRP e maggiore spessore del pannello del tetto composito.

Per il nuovo concetto, dal momento che il tetto si piega sono stati aggiornati in alluminio, i connettori delle testate anteriori e posteriori sono stati ottimizzati per l’alluminio e integrati con le testate. Questo riduce la complessità in quanto gli archi in alluminio possono essere collegati direttamente alle barre del tetto in acciaio.

La riduzione della massa del veicolo

o la leggerezza sono quindi un concetto importante perseguito dalle case automobilistiche fin dagli albori del settore automobilistico.
La leggerezza offre numerosi vantaggi, tra cui una migliore accelerazione, un maggiore risparmio di carburante, una riduzione dei gas a effetto serra (GHG) , migliore maneggevolezza, ecc. Le prestazioni del veicolo sono sensibili al rapporto peso / potenza (P / W). Pertanto, riducendo il peso mentre
mantieni costante la potenza può migliorare drasticamente le prestazioni. Inoltre, il risparmio di carburante viene migliorato se viene mantenuto il rapporto PesoPotenza, riducendo contemporaneamente potenza e peso.

I produttori di automobili trovano spesso una via di mezzo tra miglioramento delle prestazioni e economia carburante. Vediamo quali altri temi ci saranno da affrontare prossimamente.



Lascia un commento