Come ottenere risultati con Direct Mail - Eautomotive Milano - Consulenti in automotive

Come ottenere risultati con Direct Mail

Cos’è il direct mail e come ottenere i risultati?

C’è chi le chiama DEM (Direct Email Marketing). Chi semplicemente campagne di email. La differenza è sostanziale e in Eautomotive la conosciamo bene. Le campagne email sono fatte per arrivare a tutti, solo partendo dal presupposto che ognuno sia un potenziale cliente.

Hai sentito che il direct mail è morto? Penso che sia giusto dire che la posta di massa è morta, ma la posta diretta ha ancora un posto nella strategia di marketing della tua concessionaria.

Molto semplicemente, si tratta di raggiungere i clienti. La maggior parte delle concessionarie auto può raggiungere circa il 50% dei clienti solo tramite e-mail. Quando si aggiungono canali social come Facebook, Instagram e LinkedIn, la copertura sale all’80%. Ma è praticamente impossibile raggiungere il 100% dei tuoi clienti a meno che tu non includa anche il direct mail.

Perché il direct mail? Perché funziona.

I vantaggi del direct mailing:

  • L’85% dei consumatori selezionano, smistano e leggono messaggi di posta ogni giorno
  • La posta è altamente mirata e tangibile
  • La posta diretta ha il più alto tasso di successo nell’acquisizione di nuovi clienti al 34%
  • Il 50% delle persone afferma di prestare maggiore attenzione al direct mail rispetto a qualsiasi altro canale

Potresti anche aver sentito che i giovani non rispondono, ma semplicemente non è vero. Se combinato con strategie digitali mirate, l’uso del direct mail aumenta notevolmente i tassi di risposta alle campagne in tutti i profili demografici:

  • Solo posta diretta = 6%
  • Posta diretta + visualizzazione social = 20%
  • Posta diretta + e-mail = 27%
  • Posta diretta + e-mail + visualizzazione social = 37%

Queste metriche ci mostrano che il direct mail come canale non è morto, a patto che venga utilizzato correttamente e integrato con la tua strategia di marketing.

Ciò che non funziona è una strategia che include la copertura dell’intera area di mercato primario (PMA) con invii di massa. Questa strategia è inefficace, fa aumentare i costi di marketing e riduce il ROI. Se sei un concessionario in Lombardia, devi entrare in contatto con il tuo pubblico più vicino. Devi invitarli in show room e farli sentire a casa. La concessionaria, anche se moderna e stilosa, non può essere un tempio dove parlare sottovoce e guardare le auto da lontano. Ma questo è parte della strategia di marketing Eautomotive.

 

Come ottenere risultati con Direct Mail

Nella maggior parte dei concessionari, i budget per il direct mail stanno diminuendo su tutta la linea. Va bene, perché con la tecnologia odierna abbiamo il vantaggio di indirizzare i clienti in base ai dati, il che significa che non è necessario inviare posta a tutti in un codice postale.

La posta diretta è più efficace se incorporata in tre diversi tipi di campagne.

 

1) Campagne basate su trigger

Le campagne basate su trigger hanno regole aziendali ad esse legate e sono spesso automatizzate. Sulla base dei dati nel tuo DMS, le comunicazioni vengono inviate ai clienti nei punti critici di defezione.

Sul versante delle vendite, le comunicazioni includono acquirenti di auto sul mercato pronti ad acquistare, clienti azionari e scadenza del leasing.

Sul lato del servizio, le comunicazioni includono promemoria di servizio, servizi rifiutati e promemoria di manutenzione scaduta.

Non puoi permetterti di perdere i tuoi clienti fedeli, quindi vale la pena garantire un ROI più elevato includendo il direct mail nella tua strategia multicanale.

 

2) Campagne stagionali

Questi sono eventi prevedibili che accadono in un determinato momento ogni anno.

Dal lato delle vendite, produttori e rivenditori organizzano eventi di vendita annuali. Lexus ha sempre un evento di vendita di dicembre, mentre Ford, Chevy e altri marchi hanno eventi di vendita estivi. Per i rivenditori, queste campagne dovrebbero includere una strategia di direct mail per sfruttare opportunità come sconti e altri incentivi offerti dai produttori.

Dal punto di vista dell’assistenza, sappiamo che i pneumatici sono meglio pubblicizzati in autunno e di nuovo in primavera. I dati nel tuo DMS possono dirti, sulla base dei chilometri percorsi medi, quali clienti sono pronti per i nuovi pneumatici.

 

3) Campagne supplementari

Queste campagne sono orientate a eventi specifici non guidati dal produttore. Ad esempio, le cliniche di servizio del rivenditore, le cliniche di vendita e le vacanze.

L’invio di biglietti di auguri ai clienti è una strategia di apprezzamento del cliente di successo. Invia semplicemente un biglietto attraente in una busta, ringrazia i tuoi clienti per la loro attività e augura il meglio alla loro famiglia. Potresti voler includere un’offerta ma in realtà non è necessario. Anche senza offerte, le campagne di biglietti da visita genereranno ROI. Ancora più importante, generano una buona volontà, che non ha prezzo.

Se utilizzato in modo selettivo e come parte di campagne mirate e personalizzate, il direct mail è ancora un canale praticabile ed estremamente efficace. Ma nel primo mondo mobile di oggi, la portata e il ROI di queste campagne aumentano notevolmente se combinati con strategie digitali che includono e-mail, pubblicità sociale, PPC, annunci display e geo-fencing.

 

Possiamo aiutarti a creare le campagne che mettono in contatto e guidano gli acquirenti nel tuo showroom.

Scopri di più sui nostri servizi di direct mail e marketing digitale compilando il form QUI

 



Lascia un commento